Recensioni Hip Hop: “The Wild” by Raekwon

Posted on by Dirty Meth Dopamina in Recensioni | Leave a comment

“The Wild” by Raekwon – La Recensione di Hip Hop Hound

Raekwon The Wild

Avevamo lasciato “The Chef” con “Fly International Luxurious Art”, album che a mio parere era molto lontano da tutto ciò che rappresentava lo stile di Raekwon nel mio immaginario. Troppi feat discutibili, troppe sonorità più commercial oriented che non valorizzavano il suo impareggiabile flow.

Qualche giorno fa è uscito “The Wild”, il suo settimo lavoro solista e devo ammettere che ho avuto un po’ paura a mettere play. E invece…

E invece “The Wild” parte già benissimo, sul breakbeat famosissimo e iper campionato di Melvin BlissSynthetic Substitution”, già usato da Ghostface Killah in “Mighty Healthy”.

I’m nice, targets get hit whenever I squeeze

Don status, get my dick sucked whenever I please

Above the law brick, beat cases, don’t cop pleads

I buy my cars, bet y’all niggas whips be leased

I’m a wolf off the loose, somebody find his leash

I’m a star, you a Starburst sweeter than fruit

No kinda background claimed killer, then who did you shoot”

The Chef è tornato. Tutti in silenzio per 35 minuti ora. Read more

 

Recensioni Hip Hop: “The Past is Always a Present in The Future” by Substantial

Posted on by Dirty Meth Dopamina in Recensioni | Leave a comment

“The Past is Always a Present in The Future” by Substantial – La recensione di Hip Hop Hound

 

Substantial - The Past Is Always Present In The Future

Stanley Robinson, in arte Substantial, torna con un nuovo album in studio dopo tre anni dall’uscita di Art Is Where The Home Is. Il rapper del Maryland e già membro del Mello Music Group esce per HipNOTT Records con il suo quinto album solista The Past Is Always Present In The Future, molto più intimo e viscerale dei precedenti. Da far presente che gran parte dell’album comprende tracce che erano già uscite nei vari EP come anticipazione di questo album. Premetto che l’uscita per HipNOTT records per me ha sempre rappresentato un indice di qualità e da anni è un punto riferimento nel panorama underground.

The Past is Always a Present in The Future” è diviso così in quattro parti; dopo Exposition, che funge da intro, il disco si sviluppa in 4 cicli di 4 tracce: Past, Preset, Future e Always (ciclo interamente prodotto da Algorythm, dai tratti molto più soul oriented).

Ammetto che il primo ascolto di Exposition, la traccia che apre il disco, non mi ha colpito subito. Anzi stava per farmi partire con un ascolto leggermente prevenuto. Le sfumature lievemente chillout dell’intro e il flow di Substantial mi parevano lontani da quello che mi ricordavo, e facevano fatica ad incontrare i miei gusti. Lo metto in repeat per altre due volte e mi concentro su altri aspetti. Sebbene la scelta del timbro da dare al pezzo continui a non incontrare i miei gusti, il testo è puro fuoco. Conscious rap allo stato puro. Read more

 

Recensioni Hip Hop: “Crown” by Rapsody

Posted on by Dirty Meth Dopamina in Recensioni | Leave a comment

“Crown” by Rapsody – La recensione di Hip Hop Hound

 

"Crown" by Rabsody

In uno show business quasi nettamente maschile, Rapsody rappresenta una bellissima eccezione. Eccezione, parola che in questo caso mi fa brutto scriverla, ma purtroppo rappresenta la verità. Potremmo stare ore a parlare del perchè ci sia così carenza di mc donne nello show business dellhip hop, ma non credo che potremmo raggiungere una motivazione comune e plausibile. A mio parere rappresenta lo specchio della società moderna, che si è evoluta negli anni, è vero, ma che limita ancora il ruolo della donna.

In ogni caso, non vorrei concentrarmi troppo su questo discorso. Sono qui per recensire l’ultimo disco “Crown” di Rapsody. Lo chiamo disco anche se lei lo considera un EP… Un EP di 40 minuti. Read more

 

Recensioni Hip Hop: “Run The Jewels 3” by Run The Jewels

Posted on by Dirty Meth Dopamina in Recensioni | Leave a comment

“Run The Jewels 3” by Run The Jewels – La recensione di Hip Hop Hound

 

Run The Jewels 3 - Cover - Hip Hop album

Run The Jewels 3 – Recensione di Hip Hop Hound

Acclamato dalla critica di tutto il mondo hip hop (e non solo). Probabilmente il loro miglior disco. Praticamente perfetto in ogni sua forma. L’album era inizialmente previsto per il 13 gennaio, ma inaspettatamente i Run The Jewels ci lasciano un dono proprio sotto l’ albero di Natale. Esce infatti sul loro sito in forma gratuita “Run The Jewels 3”, un perfetto mix tra l’hip hop più old school e le sonorità più attuali. El-P infatti porta le produzioni oltre l’innovazione, nel futuro, sempre più lontano, con grande stile e precisione, prendendo molto dalle sonorità grime e confezionando una miscela fresca e altamente infiammabile.
Con Run the Jewels 3, EL-P e Killer Mike lanciano un nuovo banger dalle loro mani, violento e distruttivo come una pietra in faccia. E credetemi, vi farà male per giorni.

Read more

Recensioni Hip Hop: “Reject 2” by Conway the Machine

Posted on by Dirty Meth Dopamina in Recensioni | Leave a comment

“Reject 2” by Conway the Machine

Conway The Machine - Reject 2 - Recensioni Hip Hop

Recensione di “Reject 2” Conway The Machine – Album hip hop

 

Dopo l’uscita della traccia “Benz Window“, un concentrato di puro hip hop realizzata con Prodigy dei Mobb Deep, i due si sono ritrovati a rilasciare un nuovo EP nel 2016 dal titoloHell Still on Earth”, sotto Griselda Records, etichetta che da un pò di tempo a questa parte sta buttando fuori alcuni dei prodotti più grezzi e interessanti (vedi l’ultimo EP di Westside Gunn “There’s God Then There’s Flygod, Praise Both” o “Mr. Fuji” degli Hell n Hash, a.k.a. Conway The Machine e Westside Gunn).
Questo è giusto per dare una breve cronistoria del 2016 del rapper di Buffalo.

Per farvi un idea dell’hip hop genuino e senza fronzoli  che Conway the Machine è in grado di fare, consiglio però di andare prima a recuperare questo album di fine 2015, ascoltabile gratuitamente su Soundcloud (comunque lascio il player più in basso).

Read more